Due opere comiche di Gaetano Donizetti

Due opere comiche in un atto di Gaetano Donizetti

RITA (ovvero “il marito battuto”)
IL CAMPANELLO (“Chiamata notturna in farmacia”)

Dialoghi in prosa e regia di UGO BEDESCHI

Gaetano Donizetti avvinse e avvince il pubblico con la drammatica vicenda di un amore contrastato (“Lucia di Lammermoor”), con il ridente “Elisir d’amore” e il dolce-amaro “Don Pasquale” (queste due opere già messe in scena nel nostro teatro). Fra le sue più di sessanta composizioni troviamo brevi e allegre opere di cui si divertiva a scrivere anche il libretto.
Ne abbiamo scelte due: in “Rita” due uomini si trovano ad avere la stessa moglie e decidono di giocarsela a carte (“battuto” significa sia vinto al gioco sia “malmenato”), ma essi barano per perderla; nel “Campanello” un attempato farmacista non riesce a trascorrere la prima notte di nozze con la giovane sposina, poiché un deluso spasimante di lei si traveste e suona in continuazione il campanello della farmacia per farsi consegnare le più impensabili medicine.
La prodigiosa vena melodica di Donizetti, unita a sapida ironia, assicura un gioioso divertimento.